Ossi di seppia

Mia vita, a te non chiedo lineamenti
Fissi , volti plausibili o possessi.
Nel tuo giro inquieto ormai lo stesso sapore han miele e assenzio.

Il cuore che ogni moto tiene a vile
Raro è squassato da trasalimenti.
Così suona talvolta nel silenzio
Della campagna un colpo di fucile.

Annunci

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: