Morale.

Emanciparsi dalla moralità, è essere amorali?

E’ questo un periodo niente male. L’andamento tipico di alcuni meccanismi miei tipici fa uno spettacolo da circo molto divertente. Eppure non c’è molto che io possa fare.

Mi infastidiscono gli impegni, le date fisse, le decisioni irrevocabili. Tanto non riesco a rispettarli. Di che colore metto le mutande stamattina? “Non finisco niente” è un’insegna al neon che lampeggia sempre più spesso.

Poi mi innervosisce avere sonno, la sera, perchè è il tempo per me, per leggere, per scrivere. Invece è un periodo che sono stanca, alle dieci crollo. Mi sento tanto nonna pina…ma senza tagliatelle.

Mi infastidisce la gente, non sopporto guardarla, sentire i discorsi al bar, le solite menate di lavoro, di callosità fastidiose, di razzismi di varia portata. Stamattina al bar,  due donne parlavano di 50 sfumature de sta roba  grigia ecc. che dovrebbe essere letteratura erotica secondo alcuni. Un fenomeno letterario. Sono stata sul punto di invitarle a lettere la Grandes, oppure, facilmente  reperibile on line, Valerie Tasso.

 

Valerie Tasso
“Antimanuale del sesso”
No. C’era dell’altro. Credoci fosse un bisogno che prevaleva su tutti gli altri; c’era il bisogno di essere me stessa, un essere umano che si riconferma nella propria umanità sessuata, che vuole, tramite questa, sperimentare la sua condizione più profonda, i punti nodali del suo sistema affettivo, i limiti della corporeità el’odore dell’eccesso.
C’è un altro motivo, forse un po’ più difficile da spiegare, a sostegno della mia convinzione che«ho rapporti sessuali perché sono un essere sessuato», ed è che uscire da questa causa ultima significa entrare inevitabilmente in questioni morali, e ne abbiamo abbastanza che la morale si intrometta in questioni di sesso.

link: http://www.scribd.com/doc/64236658/Valerie-Tasso-ale-Del-Sesso

Annunci

2 responses to “Morale.

  • ©blu

    Conosciuto o “sconosciuto” direi che un giudizio “a posteriori” sull’argomento (così come “l’hai posto” in didascalica esplicitazione) mi sembra scontato tanto è la bellezza e l’importanza di avere chiare le idee. Personalmente non credo si possano stilare manuali in materia… solo i razionali e privi di fantasia hanno bisogno di suggerimenti e spinte! Il sesso è istinto, chimica, olfatto, attrazione, eccitazione… eccessi all’opposto del sentimento amoroso che necessita di altri sentimenti sempre in eccesso… entrambi hanno valenza rilevante, se non si banalizzano, nell’equiilibrio sessuale degli ominidi. Purtroppo io sono all’antica ed ancora prediligo le femmine, ma non per questo condanno chi fa la navetta da una parte all’altra… è una scelta l’appartenere! ed in questa tetra serata di temporali mi sovviene che la morale è come una brocca di vino.. c’è chi si ubriaca e chi lo degusta… ma condivido molto il tuo stato di innervosimento generale per via della troppa stupidità che serpeggia in ogni dove, quindi mia cara “navigante” … non buttarti troppo giù… la tua storia odierna di oggi è assai condivisibile proprio perchè vera e pura! A presto.

  • storiediunadonna

    Carissimo sconosciuto, in questo tetro lunedì mattina, per di più piovoso e buio, dico che il tuo commento è sazio di saggezza. Grazie del tuo passaggio.

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: