Presente è il tempo.

Mi affretto stamattina, come sempre, ma un pensiero mi sorprende appena salita in auto.
Il tempo non esiste, esiste solo nella nostra percezione convenzionale.
Sono io che lo rallento o lo faccio correre svelto a seconda delle aspettative del presente. Il desiderio lo spinge senza ansietà verso un momento futuro altrove, mi lascia guardare in prospettiva senza affanni. Le aspettative rancide lo capovolgono, si mette a testa in giù, guarda indietro. Non è nella sua natura e non si trova bene in quella posizione, quindi diventa circospetto, centrifugo, per poi collassare nel non senso.

Il tempo non è un meccanismo versatile. Come le aspettative.

L’auto in ombra è sovrastata dalla luce del sole che ci passa sopra andando ad accendere i colori degli alberi della strada che sale in paese. Sotto in ombra, mi godo lo spettacolo. Respiro il paesaggio delle foglie cangianti che sono un po’ ovunque. I colori rispolverano il ritmo ideale del tempo che ricomincia a girare nella mia testa, costante.

Perchè il tempo è solo nel presente.

Il resto fa parte dell’ottica umana del dover raggiungere qualcosa o di accettare di averlo mancato.

Per questo l’impulso che diamo al tempo non deve essere eccessivo, ma accondiscendente. Un po’ lavativo, come una carezza ad un gatto. Senza aspettative, senza anelare, senza pensare ad un punto risolutivo.

Il tempo non porta soluzioni, le soluzioni le ha in sé, proprio nel suo snodarsi inesorabile.

E un astronomo disse:
Maestro, parlaci del Tempo.

E lui rispose:
Vorreste misurare il tempo, l’incommensurabile e l’immenso.
Vorreste regolare il vostro comportamento e dirigere il corso del vostro spirito secondo le ore e le stagioni.
Del tempo vorreste fare un fiume per sostate presso la sua riva e guardarlo fluire.

Ma l’eterno che è in voi sa che la vita è senza tempo
E sa che l’oggi non è che il ricordo di ieri, e il domani il sogno di oggi.
E ciò che in voi è canto e contemplazione dimora quieto
Entro i confini di quel primo attimo in cui le stelle furono disseminate nello spazio.
Chi di voi non sente che la sua forza d’amore è sconfinata?
E chi non sente che questo autentico amore, benché sconfinato, è racchiuso nel centro del proprio essere,
E non passa da pensiero d’amore a pensiero d’amore, né da atto d’amore ad atto d’amore?
E non è forse il tempo, così come l’amore, indiviso e immoto?

Ma se col pensiero volete misurare il tempo in stagioni, fate che ogni stagione racchiuda tutte le altre,
E che il presente abbracci il passato con il ricordo, e il futuro con l’attesa.

Kahlil Gibran

Annunci

2 responses to “Presente è il tempo.

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: